Alice  |  Tin.it  |  Foto album |  Disco remoto |  Community 

IPOPLASIA DELLO SMALTO

Nel 1986 Ŕ stata proposta da Aine una classificazione delle anomalie dentarie in corso di celiachia in quattro gradi di gravitÓ progressivamente crescente , partendo da una situazione discromica fino ad una conclamata anomalia di forma del dente

          Grado I                   Difetti nel colore dello smalto 

          Grado II                  Sottili difetti strutturali

          Grado III                  Evidenti difetti strutturali                            

          Grado IV                  Severi difetti strutturali

L'ipoplasia dello smalto Ŕ un difetto qualitativo e quantitativo dello smalto causato da una turba irreversibile del processo di mineralizzazione la cui insorgenza Ŕ databile cronologicamente. Le lesioni dello smalto proprie della malattia celiaca hanno , tuttavia , segni specifici e distintivi :

1) simmetria delle lesioni

2) bilateralitÓ del difetto

3) coerenza cronologica

La simmetria delle lesioni Ŕ caratteristica , dal momento che sono colpiti pi¨ elementi dentari su quasi tutte le superfici , la bilateralitÓ del difetto consiste nell'interessamento di entrambe le emiarcate e la coerenza cronologica nel fatto che le alterazioni seguono i tempi dell'amelogenesi . Le alterazioni dello smalto nella malattia celiaca non hanno avuto finora spiegazioni chiare , ci si orienta per una patogenesi autoimmune .Dal momento che Ŕ sempre pi¨ frequente riscontrare alterazioni dentarie in soggetti affetti dal morbo celiaco Ŕ da prendere in seria considerazione lo screening odontoiatrico come strumento diagnostico . Ci˛ consentirebbe di individuare pazienti affetti dalla forma atipica della malattia altrimenti non diagnosticabile per la mancata sintomatologia  e del caratteristico quadro clinico.  

                                                        Denti completamente formati e ipoplasia dello smalto