ISTRUZIONE PROFESSIONALE

ESERCITAZIONI - PRATICHE 3a - "OPERATORE TELECOMUNICAZIONI"

OSCILLATORE A PONTE DI WIEN
MODULO 1.5

By Vittorio Crapella

FIGURA 1:

Alla base di un oscillatore a ponte di Wien vi é la rete RC di figura 1
che ha come caratteristiche:
- Frequenza di risonanza pari a Fo = 1/(2 ¶ R C)

- Tensione di uscita Vout = 1/3 Vin

SCHEMA DELL'OSCILLATORE:

Lo schema é composto da un amplificatore operazionale con due tipi di reazione: una negativa con R2 e R1 come un normale amplificatore ed una positiva mediante la rete di cui sopra. Un simile amplificatore con una parte di reazione positiva, diventa un oscillatore. La rete RC , con la sua reazione positiva, riporta 1/3 della tensione d'uscita sul piedino non invertente dell'operazionale, ne consegue che per ottenere oscillazioni stabili, anche quella negativa sull'ingresso invertente dovrà essere uguale pertanto R1 = 1/3 R2. Questa é la condizione di stabilità del sistema che produrrà oscillazioni ad ampiezza costante. Per una migliore stabilità dovrebbe essere R1 di tipo PTC in modo che se l'uscita tende ad aumentare R1 si scalda di più e tende ad aumentare la sua resistenza e cioè la tensione di reazione negativa che farà amplificare di meno tanto quanto basta per stabilizzare l'uscita. La più semplice PTC è una lampada a filamento del tipo 12V 30/60 mA.

SCHEDA DI LAVORO:

1-  Realizza lo schema di figura 1 

2-  Calcola la frequenza di risonanza teorica 

3-  Attacca il generatore di segnali all'ingresso 

4-  Osserva con oscilloscopio il segnale d'uscita e ricava la 
    curva di risposta riportando i dati su una tabella

5-  Verifica che alla Fo la tensione di uscita è 
    1/3 quella di entrata

6-  Verifica che alla risonanza il segnale di entrata 
    è in fase con quello d'uscita

7-  Realizza lo schema dell'oscillatore a ponte di Wien

8-  Osserva le forme d'onda prodotte e regola R2 per avere
    la massima ampiezza d'uscita sinusoidale indistorata 

9-  Misura il periodo e ricava la frequenza,
    Misurala anche con frequenzimetro

10  Confronta i dati pratici con quelli teorici notando 
    le eventuali differenze

ALTRO CIRCUITO

Vista piste Vista componenti

      [Return]