Abbiamo deciso di riproporvi quest'articolo di Fabio Calabrese per motivi per così dire storici, esso infatti, pubblicato per la prima volta sulla rivista Friuli Venezia Giulia scuola e cultura nel 1993, veniva ad interrompere un lungo periodo di assenza della fantascienza e della fantasy dalle pagine dell'editoria del Friuli Venezia Giulia nonostante la notevole tradizione che essa aveva al riguardo (Si veda l'articolo Gli anni bui, pubblicato sul n.3). La riproposizione di questo lavoro rimarrà ad ogni modo un'eccezione. Continuum è una rivista di fantascienza, e fantascienza sarà quello che troverete sulle sue pagine, pur riconoscendo la grandezza di Howard come autore, ma spazi dedicati all'heroic fantasy non mancano certo altrove.
Ad ogni modo non ci sembra proprio che la saggistica di questo numero abbia un taglio fantasy, perché il nostro infaticabile Fabio Calabrese si è prodigato nello scrivere un'interessante e polemica riflessione su uno scrittore di fantascienza dimenticato ma al tempo stesso al centro di un fraintendimento di proporzioni internazionali: Orwell.

Robert E. Howard di Fabio Calabrese.

Povero Orwell! di Fabio Calabrese.