Diciamo pure che per la pagina dei racconti di questo numero non ci si può lamentare affatto. Assieme allo speculativo racconto di uno degli scrittori più prolifici della fantascienza italiana fino a qualche anno fa e ora (purtroppo) quasi scomparso dal fandom italiano (ci riferiamo a Donato Altomare), c'è lo struggente capolavoro di fantascienza sociologica di Gianni Sarti, il racconto di hard sf del più completo Fabio Calabrese mai letto e la divertente storia sugli sviluppi della genetica immaginata da un ottimo nuovo collaboratore, cioè Ivo Torello. Crediamo che ce ne sia per tutti i gusti, così da poter soddisfare il palato di ciascun appassionato di fantascienza.

Input di Gianni Sarti

2048: un giorno qualunque di Donato Altomare

La sagola di Fabio Calabrese

Fiori d'arancio di Ivo Torello