Nemmeno quest'anno poteva mancare il consueto appuntamento con l'Italcon, e anche questa volta Continuum presenta un articolo in merito.
Come accadde l'anno scorso, ciò avviene per voce di Alberto Cola, ormai presenza fissa della rassegna durante la quale (quest'anno) ha presentato il suo romanzo "Goliath".
Alberto solleva questioni piuttosto importanti che sembrano confermare i dubbi sollevati da Fabio Calabrese nel saggio "Che fine ha fatto la fantascienza?", un pezzo in cui il nostro si chiede il ruolo e la posizione della sf in un periodo che sembra sempre più favorevole alle altre forme di fantastico.
Ancora Fabio fa una retrospettiva della fantascienza italiana degli anni '80, rettificando alcune cose scritte nel saggio "Gli anni bui" che i nostri lettori hanno avuto occasione di leggere su Continuum n°3 e dicendone altre ancora. Una curiosità: il presente "Anni semibui" è stato scritto un paio d'anni fa, ma è poi finito in una lunga coda d'attesa. Segno che disponiamo di molta saggistica, anche per merito dell'inesauribile Fabio.



Cronache del doposaga di Alberto Cola.

Che fine ha fatto la fantascienza? di Fabio Calabrese.

Anni semibui di Fabio Calabrese.